martedì, Giugno 25, 2024

Giardini Naxos, market della droga in una camera di un B&B. Arrestato 51enne

E0A1B9AE-6951-41B0-B523-33EFF80027CA

Hashish, marijuana, cocaina ed ecstasy. C’era di tutto in quello che sembra essere un vero e proprio market della droga, allestito all’interno di una camera di un B&B a Giardini Naxos. Lo hanno scovato ieri i Carabinieri dell’Aliquota Operativa della Compagnia di Taormina, con il supporto dei colleghi del Nucleo Cinofili di Nicolosi (CT), che hanno arrestato un 51enne di Giardini Naxos, per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

Da tempo i militari dell’Arma stavano monitorando i movimenti del 51enne, noto alle Forze dell’Ordine per reati nell’ambito dello spaccio di droga nel circondario di Giardini Naxos. All’esito dispecifici servizi di osservazione e pedinamento, i militari hanno accertato sistematici spostamenti che l’uomo effettuava dalla sua abitazione per recarsi presso un bed e breakfast del luogo, da lui affittato per pochi mesi, laddove un insolito movimento di persone aveva insospettito i Carabinieri.

blank
Pertanto, nel tardo pomeriggio di ieri,
ritenendo che all’interno della struttura ricettiva monitorata potesse essere esercitata l’attività illecita di spaccio, i Carabinieri con il supporto dei cani del Nucleo Cinofili, hanno eseguito una perquisizione. All’interno, nelle camere in uso al 51enne, gli uomini dell’Arma hanno scoperto un vero e proprio market della droga; sono stati trovati infatti oltre 1,5 kg di marijuana, 750 grammi circa di hashish, 35 grammi di cocaina e oltre 40 grammi della pericolosa droga sintetica MDMA, commercialmente nota come ecstasy. Inoltre sono stati rinvenuti circa 50 grammi di sostanza utilizzata per il taglio dello stupefacente, vario materiale per il confezionamento e un bilancino di precisione.

La droga, inviata al RIS Carabinieri di Messina per le analisi di laboratorio, è stata sequestrata e il 51enne arrestato, in flagranza di reato. Al vaglio dell’Autorità Giudiziaria anche la posizione della convivente, trovata insieme all’arrestato e denunciata dai Carabinieri per lo stesso reato.

Facebook
Twitter
WhatsApp