mercoledì, Gennaio 26, 2022

Nasce oggi il “Super green pass”. Ecco per quali attività servirà servirà essere vaccinati o guariti

green pass verifica

È scattata l’ora zero: da questa mattina sono in vigore le misure sul “Super green pass”, che hanno tracciato una linea netta di separazione tra chi è vaccinato o guarito dal Covid e chi, invece, eseguendo il tampone ottiene il green pass cosiddetto “base”.

Così da oggi e fino al 15 gennaio alcune attività sono riservate esclusivamente a chi è in possesso di green pass rafforzato. Sono tre le fasce in cui si collocano tutti gli over 12: chi non ha il green pass, chi possiede il certificato base, che si ottiene con la prima dose di vaccino o con un tampone negativo e chi può fare tutto perché ha il green pass rafforzato, che cioè ha ricevuto entrambe le dosi di vaccino da meno di nove mesi o è guarito dal Covid da meno di sei.

Dunque da stamattina i tavoli al chiuso di bar e ristoranti sono riservati a chi è in possesso di Super green pass, mentre in zona bianca e gialla la consumazione al banco e all’aperto è consentita anche senza green pass. Se una regione dovesse passare in zona arancione, invece, i non vaccinati (o non guariti) non potranno nemmeno prendere un caffè al bancone.

Per i lavoratori e chi fa uso dei trasporti pubblici serve almeno il pass base: senza certificato non si può salire su autobus, metropolitane e treni regionali. In zona arancione, poi, chi è privo di green pass potrà muoversi verso altri comuni o regioni “solo per motivi di necessità o salute”, ma torna la deroga per chi vive in comuni sotto i 5mila abitanti: anche i no vax potranno spostarsi entro i 30 chilometri. Solo con super green pass, in tutte le zone di rischio, si possono frequentare cinema, teatri, sale da concerto, stadi, palazzetti e discoteche.

Banchetti di matrimoni e altre feste private sono permesse a chi ha il green pass base, ma in zona arancione si entra solo col super. Rafforzato necessario per tutti gli altri tipi di feste, centri benessere e parchi di divertimento. Il green pass base servirà anche in albergo, ma con il solo tampone negativo sarà vietato frequentare il ristorante al chiuso dell’hotel.

Un’altra novità introdotta dall’ultimo decreto Covid è l’obbligo della terza dose di vaccino ai soggetti per i quali la legge già prevedeva l’obbligo di vaccinazione: si tratta di sanitari e operatori delle Rsa (residenze per anziani). L’estensione ha validità a decorrere dal 15 dicembre prossimo ed esclude la possibilità di essere adibiti a mansioni diverse. Inoltre dal 15 dicembre l’obbligo vaccinale viene esteso a ulteriori categorie: personale amministrativo della sanità, docenti e personale amministrativo della scuola, militari, forze di polizia (compresa quella penitenziaria) e personale del soccorso pubblico.

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp