blank

Lipari: la Guardia Costiera ha sequestrato alcune “spadare”

I militari della Guardia Costiera di Lipari hanno intercettato nei giorni scorsi un’unità da pesca con a bordo alcune “spadare”, reti non conformi alla legge; contestata anche la mancata registrazione della cattura di specie bersaglio oggetto di specifici piani di monitoraggio.

Gli ispettori hanno pertanto provveduto al sequestro degli attrezzi illegali, sbarcati presso la banchina del porto di Pignataro nel Comune di Lipari; elevate sanzioni in carico al
comandante dell’unità per un importo complessivo superiore a 4.000 euro. blank

L’attrezzo sequestrato è una rete della lunghezza di circa 2.500 metri, con ampiezza della maglia di circa 18 cm, utilizzata illegalmente per la cattura di esemplari di pescespada.
Queste attività di verifica e repressione, messe in atto dal personale dell’Ufficio Circondariale Marittimo di Lipari con il coordinamento della Direzione Marittima di Catania e della Capitaneria di Porto di Milazzo, si inseriscono in un più ampio quadro di operazioni di controllo dell’intera filiera ittica, finalizzate alla tutela degli stock ittici, oltreché della salute del consumatore finale.

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp
blank