sabato, Ottobre 1, 2022

La scorrimento veloce Mirto-Zappulla diventa strada provinciale

scorrimento veloce-min

Ci sono voluti diversi anni di attività amministrativa e di coordinamento tra i Comuni di Mirto, Capri Leone e S. Salvatore di Fitalia, la Città di Metropolitana di Messina e l’Assessorato Regionale alle Infrastrutture per fare diventare realtà il passaggio da strada classificata comunale a strada provinciale della cosiddetta “scorrimento veloce”, che collega la costa ai numerosi Comuni della Valle del Fitalia.

Una delle arterie di collegamento più importanti della costa tirrenica utilizzata da abitanti e turisti per raggiungere unadelle vallate con maggior numero di Comuni dell’intera Regione Siciliana (9 paesi) e che adesso verrà finalmente gestita da un organismo sovra-comunale, come appunto la Città Metropolitana di Messina (ex Provincia regionale).

L’iter, che si è concretizzato con un decreto dell’Assessorato regionale alle Infrastrutture,  è stato voluto fortemente dal Comune di Mirto, che da troppi anni era stato individuato come unico proprietario di un tratto di oltre 6 chilometri di strada, con la conseguenza di dover provvedere alla manutenzione ordinaria e straordinaria della stessa, ma soprattutto ha dovuto affrontare i numerosissimi contenziosi venutesi a creare con gli innumerevoli incidenti stradali, anche mortali, che negli anni si sono succeduti in questo tratto di strada.

«Desidero ringraziare i colleghi sindaci di Capri Leone, Filippo Borrello e di San Salvatore di Fitalia. Giuseppe Pizzolante e l’ex sindaco Rosario Ventimiglia e i loro rispettivi consigli comunali, Cateno De Luca, Sindaco della Città Metropolitana di Messina e i tecnici Roccaforte, Bonanno e Letizia e infine un ringraziamento particolare all’on. Bernardette Grasso, ex Assessore alle Autonomie Locali, per aver sostenuto l’iniziativa a livello regionale. Grazie a questo risultato la strada di scorrimento veloce sarà oggetto di un finanziamento di oltre 2,5 milioni di Euro per la sua sistemazione ed adeguamento, previsto nell’ambito della programmazione della cosiddetta “Area Interna dei Nebrodi”».  Lo ha dichiarato Maurizio Zingales, sindaco di Mirto e componente della Cabina di Regia dell’Area Interna, che fin dal suo insediamento, nella passata legislatura, ha seguito ogni passaggio amministrativo per arrivare a questo importante risultato per l’intero territorio nebroideo.

Facebook
Twitter
WhatsApp