blank

Sicilia – Torna a casa “Il seppellimento di Santa Lucia”, capolavoro di Caravaggio

Dopo oltre due mesi torna a casa, a Siracusa, il capolavoro di Caravaggio «Il Seppellimento di Santa Lucia».  Il quadro era stato circa protagonista di una mostra al Museo di arte moderna e contemporanea di Trento, il cui presidente è Vittorio Sgarbi. Quest’ultimo ha finanziato un intervento di restauro eseguito dall’Istituto Centrale del Restauro di Roma.

Il dipinto è di proprietà del Fondo edifici di Culto, dipendente dal ministero dell’Interno, e la decisione del prestito porta la firma della ministra Luciana Lamorgese.

Torna ora nella sua antica sistemazione, ma trova ad attenderla nuovi adeguati standard di sicurezza che sono stati commissionati dalla Soprintendenza di Siracusa

Nel 1608 l’artista, condannato a decapitazione e continuamente in fuga, evade da Malta e giunge a Siracusa. Qui realizza il Seppellimento di santa Lucia per l’altare maggiore della Basilica di Santa Lucia al Sepolcro, nel luogo dove, secondo la tradizione, la santa fu martirizzata

È il più antico quadro realizzato da Caravaggio in Sicilia; l’anno seguente il pittore si sarebbe trasferito a Palermo dove lasciò il meraviglioso «Natività con i santi Lorenzo e Francesco d’Assisi» che fu rubato nel 1969, finito nelle mani della mafia e praticamente scomparso, rendendolo di fatto il quadro più ricercato al mondo.

In questi mesi, intanto, il «Seppellimento di Santa Lucia» ha animato una mostra dove antico e moderno hanno dialogato. Il capolavoro di Caravaggio stupiva per il modernissimo realismo drammatico che la caratterizza e per lo stupore che suscita ancora oggi ai nostri occhi.

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp
blank
blank