Sant’Agata Militello, la minoranza interroga sull’imposta di soggiorno del 2019

138
Comune di Sant'Agata di Militello

A quanto ammonta l’entrata dell’imposta di soggiorno per l’anno 2019 a Sant’Agata Militello e come sono state utilizzate queste risorse? Su questo punto hanno presentato un’interrogazione al sindaco Bruno Mancuso i consiglieri comunali Melinda Recupero, Nunziatina Starvaggi, Monica Brancatelli, Giuseppe Puleo ed Antonio Vitale.

Il regolamento per la disciplina dell’imposta di soggiorno è stato approvato nel 2019 con i soli voti della maggioranza consiliare; una scelta, hanno scritto i consiglieri di opposizione che rientra tra le “misure correttive” adottate dall’ente all’interno del piano di riequilibrio finanziario pluriennale. Non è stata condivisa dai consiglieri di minoranza, dichiaratisi contrari a questa imposizione, in quanto ritenuta disincentivante nel promuovere il turismo, specie in un periodo di crisi economica generale. Si tratta di una “tassa di scopo” e i relativi introiti devono essere utilizzati per gli interventi a diretta finalità turistica.

Il regolamento, in difformità rispetto a quanto invece normato al riguardo da diversi altri enti, non prevede l’obbligo di rendicontazione delle entrate derivanti dal pagamento dell’imposta, ma è necessaria, sia per garantire il controllo e la trasparenza nella gestione delle risorse pubbliche, sia per consentire agli operatori del settore turistico di effettuare proposte di impiego delle somme e di partecipare attivamente alla programmazione delle attività turistiche.

Ecco perché è stato chiesto di conoscere l’ammontare complessivo delle entrate relative all’imposta di soggiorno per l’anno 2019, di specificare, in maniera dettagliata, come sono state utilizzate tali risorse. Poi se gli introiti effettivi dell’imposta per il 2019 corrispondano alle previsioni in entrata quantificate nell’ambito del piano di riequilibrio finanziario pluriennale; infine si chiede di conoscere le iniziative a sostegno del turismo che l’amministrazione comunale intende intraprendere con gli introiti di questa imposta e se è intenzione dell’amministrazione coinvolgere gli addetti del settore, al fine di programmare e determinare le iniziative da avviare con i proventi dell’imposta stessa.