Nightclub a Capo d’Orlando, revocata la sorveglianza speciale ad un 36enne

1169
Tribunale di Messina

La Corte di Appello di Messina, accogliendo l’appello proposto dall’avvocato Decimo Lo Presti, ha revocato la misura della sorveglianza speciale di pubblica sicurezza che era stata emessa il 4 marzo dello scorso anno dal tribunale di Messina a carico di Mauro Abbadessa, 36 anni, di Capo d’Orlando.

L’uomo era stato coinvolto nella operazione “Lady Hairon”, condotta dai Carabinieri nell’aprile del 2017 e riguardante la gestione di un nightclub al centro di Capo d’Orlando.
Dal procedimento penale, per l’accusa di associazione a delinquere dedita allo sfruttamento della prostituzione, era scaturita la misura della sorveglianza speciale di pubblica sicurezza di due anni, con obbligo di soggiorno nel luogo di originaria residenza.
Ancor prima dell’emissione della misura, però, Abbadessa si era trasferito, prima ad Abano Terme e poi in Germania, dove vive ancora adesso.
La continuità del trasferimento all’estero, dimostrata dall’avvocato Decimo Lo Presti, insieme allo svolgimento di regolare attività lavorativa, sono apparsi alla Corte fatti idonei a far ritenere cessata la pericolosità sociale.
Adesso dunque, con il provvedimento firmato oggi, 7 aprile 2020, la Corte d’Appello di Messina ha revocato ogni restrizione a carico di Mauro Abbadessa.