Sant'Agata, la minoranza chiede lo spostamento del mercato

883

Si trasferisca definitivamente il mercato settimanale di Sant’Agata Militello dalla sede attuale al suo originario sito, sul viale Pio La Torre-Regione Siciliana,  nel tratto compreso tra la via Carraffello e la via Campidoglio. Questo l’oggetto di una mozione presentata dai consiglieri comunali Carmelo Sottile, Monica Brancatelli, Nunziatina Starvaggi e Melinda Recupero al sindaco Bruno Mancuso e al presidente del consiglio comunale Andrea Barone. Nella premessa della mozione è stato evidenziato come nel 2008 il mercato settimanale venne trasferito nel sito di contrada Terreforti, vista l’impossibilità di mantenerlo nella zona del lungomare, perchè in quel period si stavano svolgendo lavori di riqualificazione di un ampio tratto della strada litoranea prospiciente il Castello Gallego e la villa Annibale Bianco. Da gennaio 2014 il mercato settimanale è ritornato a svolgersi nella zona del lungomare e precisamente nel tratto di viale Regione Siciliana compreso tra il Museo dei Nebrodi e la rotonda di piazza Peppino Impastato. Visto che i lavori di riqualificazione del lungomare intitolato a Pio La Torre e la ricostruzione del muro di protezione della strada provinciale 162 – Viale Regione Siciliana – sono stati completati nel gennaio scorso, assicurerebbe una migliore fruizione  da parte dei cittadini se il mercato settimanale venisse spostato in sede più centrale rispetto all’attuale sito periferico. La soluzione migliore per i quattro consiglieri è localizzarlo nell’originario sito, compreso sul viale Regione Siciliana, nel tratto compreso tra via Carraffello e via Campidoglio, anche perchè assicura una viabilità più sostenibile. Questo il senso della mozione che i consiglieri hanno chiesto di discutere anche nel prossimo consiglio comunale.