Basket, l’Orlandina lotta fino alla fine ma cade a Rieti per 74-72

1438

L’Orlandina lotta, ma al PalaSojourner di Rieti ottiene la quarta sconfitta consecutiva nel campionato di Serie A2.

Gara combattuta e in equilibrio per tutti e 40 i minuti, ma in un finale teso hanno la meglio i padroni di casa, che si prendono i due punti con il punteggio finale di 74-72.

Adegboye dà il benvenuto ai paladini sul parquet con la tripla e subito dopo risponde Lucarelli. Con Triche e Bruttini Capo d’Orlando si porta avanti sul 8-10 e lo sfrontatissimo Marco Murabito mette la tripla del +3 Benfapp (14-17). Quattro punti consecutivi di Casini riportano Rieti avanti, prima che Bruttini dalla lunetta chiuda il primo quarto sul 18-20 in favore degli ospiti.

Il secondo quarto si apre con il gioco da tre punti di Parks (18-23), ma arriva un mini-break di 9-0 dei padroni di casa, che con due schiacciate di Casini e la tripla di Toscano vanno sul +4 (27-23).
Con Triche in panchina gravato da tre falli ci pensano ancora capitan Bruttini e Jordan Parks a tenere attaccata la Benfapp, trovando la parità a quota 29. Bobby Jones la mette dall’arco e Conti in transizione porta Rieti sul +5 a 1’30’’ dall’intervallo (36-31). Coach Sodini vuole parlarci su e al rientro dal time-out sono ancora Bruttini e Parks a guidare i biancoazzurri fino al -1. L’1/2 di Conti dalla lunetta manda le squadre negli spogliatoi sul 37-35.

Anche i primi punti del secondo tempo soni rietini, a segno Bobby Jones, cui risponde Lucarelli. Jones, Toscano e Adegboye costruiscono un +6 Rieti (45-39), ma le triple di Lucarelli e Murabito riportano la parità a quota 45 e la tripla di Triche vale il +3 Benfapp dopo 26’ (47-50). Con il gioco da tre punti di Adegboye e la tripla di Casini i padroni di casa tornano avanti, Triche impatta dalla lunetta e Jones chiude il terzo quarto sul 57-55.

Carenza mette il +4 Rieti in avvio di ultimo quarto, Parks la mette da tre, ma gli risponde Bonacini e Nikolic inchioda il +6 (64-58). Mentre il PalaSojourner diventa una bolgia Bruttini trova due punti da sotto canestro. Fallo tecnico fischiato a Carenza, e quinto fallo per Jordan Parks, c’è tensione in campo. Bruttini da sotto trova due punti e dalla lunetta riporta la gara in parità a quota 65 a 5’ dal termine della gara. A 2’30’’ dalla fine le due squadre sono ancora sul 67 pari, è Adegboye a sbloccare il punteggio con il gioco da tre punti, i paladini sprecano dall’altra parte, e Gigli dalla lunetta riporta Rieti sul +5 (72-67). Triche trova due punti, ma nell’azione successiva, scivola su una chiazza di sudore, mentre dall’altra parte Jones dalla linea della carità mette un nuovo +5. A 30’’ dal termine è Lucarelli a tenere vive le speranze dei paladini, con la tripla del -2 (74-72). Capo d’Orlando ha anche il tiro per vincere, lo prende Bellan dall’angolo, ma si infrange sul ferro e Rieti si prende i due punti.

Zeus Energy Group Rieti – Benfapp Capo d’Orlando 74-72 (18-20; 37-35; 57-55)
Zeus Energy Group Rieti: Annibaldi ne, Berrettoni ne, Casini 12, Toscano 7, Moretti ne, Conti 5, Gigli 8, Jones 18, Carenza 6, Nikolic 2, Bonacini 3, Adegboye 13. Coach: Rossi.
Benfapp Capo d’Oralando: Bruttini 19, Laganà, Parks 10, Murabito 8, Mei, Triche 20, Bellan 2, Neri, Donda ne, Lucarelli 13. Coach: Sodini.