Le criticità della raffineria di Milazzo arrivano in Prefettura

120

Assicurare un’informazione tempestiva alla popolazione. Questo uno dei punti salienti dibattuti in Prefettura a Messina nel corso di un incontro programmato per discutere le problematiche connesse alla Raffineria di Milazzo.

E’ stato presieduto dal prefetto Maria Carmela Librizzi e hanno presenziato i sindaci di Condrò, Gualtieri Sicaminò, Milazzo, Pace del Mela, San Filippo del Mela, Santa Lucia del Mela e San Pier Niceto. Presenti il direttore dell’Arpa, il responsabile del servizio provinciale della protezione civile, il direttore generale della Raffineria di Milazzo e rappresentanti dell’assessorato regionale territorio ed ambiente, del comando dei vigili del fuoco e dell’Asp.

Si è discusso delle criticità della Raffineria verificatesi nel corso degli anni, dell’allarme suscitato nella popolazione, anche per le emissioni su tutto il territorio. Il Prefetto ha ribadito che, se dovessero verificarsi criticità, la popolazione dovrà essere immediatamente informata. Una valutazione che è stata condivisa da tutti i sindaci. Questo consentirà di valutare se ci sono rischi per la pubblica incolumità, in modo da comprendere quali comportamenti si dovranno adottare nell’immediato.

Il prefetto ha comunicato di aver istituito un tavolo tecnico presso il comando provinciale dei vigili del fuoco, incaricato dell’adeguamento del piano di emergenza esterna dell’impianto. Sarà previsto l’obbligo di informazione alla popolazione. Riguardo alle emissioni, è stato approvato il progetto sulla rilevazione e controllo degli odori molesti. Infine il Prefetto ha evidenziato che, completato l’aggiornamento del piano di emergenza  si svolgerà un’esercitazione di protezione civile.