S. Stefano di Camastra, accordo per la riapertura della Chiesa del Calvario

217

E’ stato raggiunto, nei giorni scorsi, un accordo di massima, tra il Comune di Santo Stefano di Camastra, la Parrocchia stefanese e la famiglia Sergio, per la riapertura  al culto dei fedeli della storica Chiesa del Calvario della Città delle ceramiche.

Il tempio, a navata unica, consacrata come Chiesa della Madonna dei Sette Dolori e popolarmente conosciuta come Chiesa del Calvario, è di proprietà della famiglia Sergio. Il 4 novembre 1991, fu oggetto di un’ordinanza sindacale che ne decretava lo sgombero a seguito di una tromba d’aria che ne aveva divelto la copertura. Domenica 16 settembre, al termine della solenne S. Messa delle ore 18,00 in onore della Beata Vergine Maria SS Addolorata – copatrona della cittadina  – alla presenza dell’amministrazione comunale, della famiglia Sergio e di tutta le Comunità del circondario, potrebbe essere annunciato ufficialmente l’avvio dell’iter funzionale alla riapertura del prezioso gioiello d’arte. Il consiglio comunale, convocato sull’argomento per il 19 settembre, dovrà poi approvare lo schema di convenzione funzionale a disciplinare modi e tempi della riapertura al culto del prestigioso tempio.