Capo d’Orlando scommette sul parcheggio multipiano

965

Si inseguono due fronti per giungere al finanziamento dei tre milioni di euro necessari a realizzare il nuovo parcheggio multipiano di piazza Trifilò a Capo d’Orlando. La novità è stata resa nota dal sindaco, Franco Ingrillì, durante l’ultimo consiglio comunale che ha approvato il piano triennale delle Opere pubbliche.
Il comune punta ad ottenere una grossa parte dei fondi dal masterplan “Patto per Messina” mentre il resto potrebbe arrivare direttamente dai privati che realizzerebbero l’opera in project financing. Il finanziamento di tre milioni è per la bretella stradale che congiungerà il parcheggio multipiano alla strada statale 116 “Capo d’Orlando-Randazzo” che corre a quota molto più alta della piazza Trifilò. Una bretella che permetterà l’accesso all’ultimo piano del parcheggio, evitando così alle auto provenienti dalla zona di levante (lato Messina e lato sud) di entrare nel centro città per raggiungere la struttura.
L’altro accesso sarà al piano terra di piazza Trifilò. Ancora però non è stato stabilito se la bretella con la statale 116, zona curva Spuntone, correrà lungo un viadotto per collegare l’ultimo piano dello stabile oppure scivolerà lungo la montagna per poi immettere nel parcheggio dalla parte posteriore dell’edificio. Il progetto, con tutti questi particolari tecnici, dovrebbe essere presentato a breve dall’impresa Teodoro Bruno Spa di Capo d’Orlando che si è dimostrata interessata al project financing.

il progetto ricalca molto quello presentato quasi 20 anni fa dall’architetto Franco Spaticchia
Il parcheggio avrebbe 5 piani fuori terra più un piano sotterraneo. Occuperebbe uno spazio di 1800 metri quadri complessivi. Uno spazio attualmente occupato dai campetti comunali di basket e calcetto. Se il progetto dovesse andare in porto i campetti, attualmente in gestione ad una società sportiva del luogo, sarebbero spostati circa duecento metri a ponente, sulla via Finocchiaro Aprile.