Gioiosa Marea, la minoranza chiede chiarimenti sulle serate danzanti

713

Non è ancora entrato nel clou, ma il carnevale di Gioiosa Marea già fa discutere. Il gruppo di opposizione “Obiettivo Gioiosa”, guidato da Eduardo Spinella, ha infatti inviato una richiesta di chiarimenti al segretario comunale, Giovanni Matasso, al vicesegretario, Antonino Colica, e, per conoscenza, al sindaco Ignazio Spanò, riguardo all’organizzazione, al piano terra dell’auditorium, delle serate danzanti in occasione delle manifestazioni carnascialesche. Nello specifico, i consiglieri di minoranza chiedono se con la procedura utilizzata per la concessione dei locali – a titolo gratuito, stipulando apposita convenzione con l’associazione non a scopo di lucro “PRO.GIOIOSA.COM” –  sia legittimo far pagare ai cittadini un ticket d’ingresso di 5 euro, come indicato anche da locandine pubblicitarie condivise sui social, considerato che i cittadini stessi, tramite il Comune, provvedono al pagamento delle utenze idriche ed elettrica oltre all’ordinaria manutenzione della struttura.