Barcellona, deliberata l’integrazione di spesa per il nuovo ponte di Calderà

61

La Città Metropolitana di Messina ha deliberato un impegno di spesa di 600.000,00 euro, devolvendo un mutuo con la cassa depositi e prestiti per la realizzazione del finanziamento di progetti di viabilità; la somma è un contributo agli investimenti del comune di Barcellona per la realizzazione del nuovo ponte di Calderà. La Città Metropolitana ed il comune di Barcellona hanno sottoscritto l’accordo di programma il 27 ottobre 2015 per il progetto definitivo di realizzazione del nuovo ponte crollato il 22 novembre 2011 (foto). Con la progettazione esecutiva l’importo è aumentato ad oltre tre milioni di euro. Con il nuovo accordo di programma, circa due milioni e mezzo sono a carico del comune e 600 mila euro della Città Metropolitana, che potrà destinare una parte di un mutuo con la cassa depositi e prestiti. L’opera è attualmente in appalto ed è stata progettata secondo nuove tecnologie, tra le altre quelle che consentiranno di monitorare il letto del torrente Longano e la luce tra il ponte ed il torrente. La nuova costruzione sarà simile a quella già realizzata tra Falcone e Oliveri.