lunedì, Agosto 8, 2022

Sicilia – Sarà una campagna elettorale rovente. Partita la corsa per le candidature dei deputati

956A7084-2217-4C07-AB47-189F29EB2489

Sarà una campagna elettorale rovente in Sicilia. Fino al prossimo 25 settembre si assisterà a continui capovolgimenti da parte di tutti gli schieramenti. Le dimissioni annunciate di Musumeci hanno scorso una parte del centrodestra, mentre l’altra cerca di arrabattarsi per trovare un candidato che stia bene a tutta la coalizione.

Il presidente Musumeci, dal canto suo, non ha intenzione ancora di mollare e si rende nuovamente disponibile. Gli alleati però hanno deciso di non prendere in considerazione le parole del Presidente, destinato, in caso di non riconferma, ad un posto a Roma, insieme a Giorgia Meloni.

Nei giorni scorsi si era fatto il nome della Prestigiacomo, forte del sostegno di Miccichè e di Silvio Berlusconi. Il nome però non piace a Fratelli d’Italia e alla Lega. Insomma i giochi sono aperti e il tempo stringe. Dopo ferragosto bisognerà indicare il candidato.

Intanto le dimissioni di Musumeci e dunque l’anticipo delle Regionali al 25 settembre insieme alle Politiche, hanno riavvicinato Pd e 5 Stelle in Sicilia. L’alleanza si è rafforzata dopo la rottura sul piano nazionale. Ieri Caterina Chinnici, candidata prescelta dopo le primarie del centro sinistra, ha elogiato il lavoro che il Movimento ha compiuto in Sicilia. Parole d’amore per suggellare un’alleanza che va rafforzata nell’isola.

Intanto è ovviamente partita la corsa per le candidature dei deputati, tra vecchi volponi, militanti assidui e nuove leve. Vedremo chi la spunterà.

Facebook
Twitter
WhatsApp