giovedì, Gennaio 27, 2022

Covid – Due decessi ieri in provincia di Messina, crescono i contagi a Barcellona e Milazzo

coronavirus policlinico messina

Tornano a crescere i numeri del contagio da Covid-19 nel comprensorio messinese.

Ieri registrati altri due morti a causa nella provincia di Messina. Si tratta di una donna di 80 anni di Patti, deceduta al Policlinico e di un uomo di 88 che si trovava in cura al Piemonte. Entrambi non erano vaccinati. Dall’inizio della pandemia sono 605 le vittime del virus in provincia di Messina.

Arrivano però buone notizie sul fronte dei ricoveri, dove si registra una diminuzione di 5 pazienti. Sono 64 i degenti nei nosocomi messinesi, di cui 14 in rianimazione (12 al Policlinico e due al Papardo).

Per quanto riguarda gli attuali positivi, sono 90 nel comune di Barcellonaa Pozzo di Gotto, un aumento esponenziale rispetto alla settimana scorsa. Poche le vaccinazioni somministrate (ieri 124 dosi) e sono attualmente 9 i ricoverati al Centro Covid dell’ospedale Cutroni Zodda.

12 i positivi in più rispetto ai giorni scorsi a Milazzo, dove anche qui sono 90 gli attuali contagiati.  In crescita i casi anche a Terme Vigliatore, dove si contano oltre 50 positivi.

Nell’area nebroidea invece 7 casi registrati nel comune di Frazzanò, dove oggi è stato organizzato uno screening per i bambini delle scuole. A Capo d’Orlando sono 17 gli attuali positivi, con 7 persone in quarantena.

Intanto dopo l’aumento dei contagi a Taormina il sindaco Mario Bolognari ha firmato ieri un’ordinanza che dispone l’obbligo di mascherina all’aperto per contenere la diffusione del virus. L’obbligo scatterà il 4 dicembre e si protrarrà sino al 9 gennaio prossimo.

L’obiettivo è quello di salvare le festività di Natale e scongiurare il rischio per Taormina di finire in zona rossa. A preoccupare non soltanto sono i 31 nuovi casi dell’ultima settimana, di cui 24 nelle scuole, ma anche la percentuale di vaccinati in città che rimane piuttosto distante dal target che ci si attendeva e al momento è di poco inferiore al 70%.

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp