venerdì, Maggio 27, 2022

S. Stefano Camastra, verde pubblico ai commercianti: l’innovativa idea tra risparmio fiscale e arredo artistico

assessore alessandro amoroso s.astefano camastra

Partirà a breve l’iniziativa promossa dall’assessore Alessandro Amoroso e dalla giunta comunale di S. Stefano di Camastra e approvata dal consiglio comunale lo scorso 21 marzo. S. Stefano di Camastra, comune che ha avviato numerosi progetti green, ha infatti rivisitato una formula piuttosto diffusa che coniuga la concessione degli spazi verdi ai commercianti, in cambio di un beneficio fiscale, introducendo l’elemento dell’arredo degli spazi affidati con oggetti e manufatti specificatamente ed esclusivamente dell’artigianato stefanese, oltre alla cura del verde e alla manutenzione ordinaria degli stessi.

L’obiettivo, oltre a quello di migliorare il decoro e la manutenzione ordinaria degli spazi comuni, è quello di creare dei veri e propri musei a cielo aperto, che valorizzino la produzione artistica ed artigianale stefanese e prevalentemente quella ceramica, che caratterizza S. Stefano.

Per aderire i commercianti dovranno comunque ideare dei progetti, che dovranno essere presentati al Comune e che saranno poi valutati da un comitato tecnico, composto dall’architetto Maria Mingari e dalla professoressa Maria Rizzo, nominato dal sindaco Francesco Re.

Le aree verdi date in concessione saranno curate secondo quanto disposto nel regolamento già approvato. Secondo il disciplinare le aree verranno assegnate dando priorità alle attività commerciali che si trovano ubicate più vicino all’area presa in considerazione. La concessione prevede uno sgravio del 50% sulla tariffa del suolo pubblico.

Al momento, nello stesso regolamento, sono stati identificati degli spazi pubblici di maggior interesse, in quanto più frequentati da cittadini e turisti che visitano quotidianamente la città della Ceramica, ma, una volta esaurito l’elenco con l’assegnazione degli spazi, l’amministrazione si riserva di ampliarlo, identificando nuove aree da dare in concessione.

 

 

Facebook
Twitter
WhatsApp