blank
Foto di Riccardo Irrera

Non si fermano all’alt e vengono inseguiti dalla Polizia. Auto si ribalta su viale Giostra

Rocambolesco incidente, ieri sera, sul viale Giostra di Messina. Due messinesi, di 41 e 31 anni, sono stati arrestati in flagranza dalla Polizia perché ritenuti responsabili del reato di resistenza a Pubblico Ufficiale in concorso. Gli stessi sono stati altresì denunciati in stato di libertà per lesioni personali.

Ma andiamo con ordine: ieri sera, gli agenti in servizio di controllo del territorio, hanno intimato l’alt all’autovettura in Via Palermo attraverso i dispositivi acustici e visivi. I due, piuttosto che fermarsi, si davano alla fuga in direzione Viale Giostra. Ne scaturiva un lungo inseguimento da parte della Polizia, che è terminato solo dopo che l’Alfa Romeo Giulietta con a bordo i due, ha speronato un’altra auto per poi ribaltarsi.

I due sono stati bloccati e perquisiti ed all’interno del mezzo sono state rinvenute diverse bottiglie di birra ed una di vino.

Nell’incidente i due arrestati hanno riportato ferite, e sono stati dunque accompagnati da personale del 118 al Policlinico Universitario ove sono stati refertati con prognosi rispettivamente di 15 e 5 gg.

Anche uno degli operatori della Polizia di Stato ha riportato ferite ed è stato accompagnato presso il Pronto Soccorso dell’Ospedale “Piemonte”, dove è stato refertato con una prognosi di gg. 8 per duplice ferita da taglio alla mano. Infine, anche la conducente dell’auto speronata, recatasi autonomamente al P.S. dell’Ospedale “Papardo”, è stata refertata con 10 gg. di prognosi per un trauma cranico commotivo e trauma cervicale.

Gli arrestati, su disposizione dell’Autorità Giudiziaria, sono stati condotti presso le proprie abitazioni, in regime di arresti domiciliari, in attesa del rito direttissimo.

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp
blank