“I grani antichi siciliani” al centro di un evento ad Alcara Li Fusi – VIDEO

602

I grani antichi, quei grani che non hanno subito alterazioni, sono meno raffinati, hanno meno glutine e quindi sono più leggeri e digeribili, evitano lo sviluppo di intolleranze, sono più buoni e pregiati, e acquistandoli si aiutano i piccoli produttori e si tutela la biodiversità.

E proprio i grani antichi siciliani sono stati al centro di un evento organizzato ad Alcara li Fusi, occasione per riflettere sui valori della corretta alimentazione.

I grani antichi, varietà del passato rimaste autentiche e originali, coltivate prima che si iniziassero a selezionare i grani per fini industriali, sono grani che non hanno subìto modifiche da parte dell’uomo per aumentarne la resa o per essere lavorati più velocemente.

Ad Alcara nel weekend si sono riuniti tanti partners interessati a far conoscere il territorio dei Nebrodi quale “custode” di sapienza contadina e qualità delle produzioni locali.

Un  momento di aggregazione per parlare di educazione alimentare, a partire da quei prodotti di “casa nostra” o come spesso si dice, a “km zero” che non solo garantiscono la nostra salute ma sostengono anche i  piccoli produttori locali, che spesso tramandano antiche tradizioni.

“Tradizioni che devono essere valorizzate per sostenere l’identità locale – ha detto il Presidente del Parco dei Nebrodi Domenico Barbuzza.

All’evento, organizzato dalla Cooperativa Ippocrate, hanno partecipato anche l’Assessore regionale Bernadette Grasso e il Sindaco del di Alcara Li Fusi Ettore Dottore.