mercoledì, Novembre 25, 2020
blank

“La DAD è anche così”, cantano le maestre dell’I.C. n.1 di Capo d’Orlando – Video

“La Didattica a distanza è anche così”, cantano in un simpatico video le insegnanti dell’Istituto Comprensivo n.1 di Capo d’Orlando e Naso.

Sabato 6 giugno si è infatti concluso, a distanza, l’anno scolastico dei bimbi delle scuole elementari e per salutare i loro alunni, le maestre Alfonsa, Teresa, Franca, Margherita, Anna Maria e Sara hanno realizzato un video in cui cantano una versione rivisitata di “Ma il cielo è sempre più blu”, che per l’occasione è diventata “La DAD è anche così”.

Come tutte le scuole d’Italia, a partire dal 5 marzo l’Istituto diretto dal Professor Rinaldo Anastasi si è attivato per fare scuola secondo modalità alternative. L’ormai famosa didattica a distanza, che ha pregi e difetti, come cantano le insegnanti.

“Effettuare la didattica a distanza è stato possibile grazie alla compartecipazione professionale ed altamente qualificata di tutte le componenti scolastiche – commenta il Dirigente Scolastico dell’I.C. n.1, Rinaldo Anastasi, dallo Staff di Dirigenza, dalle collaboratrici del DS, prof.ssa Laura Casella e maestra Mimma Libri, dalla referente per il Piano Nazionale Scuola Digitale, prof.ssa Lina Lazzaro, dal Direttore dei servizi generali ed amministrativi, rag. Carmelo Galati Rando, ai docenti, agli assistenti amministrativi, ad alcuni collaboratori scolastici sempre presenti, agli alunni ed ai genitori.
Questi ultimi, poi, alunni e genitori, sono stati fondamentali: senza la loro condivisione e partecipazione non avremmo potuto realizzare la didattica a distanza, che invece abbiano tenuto secondo modalità sincrone (come le videoconferenze) e modalità asincrone (che permettono la messa a disposizione di materiali – dispense, cartine geografiche, mappe, tabelle, grafici, schede, istogrammi, indicazioni di software, indicazione di siti web, slide in Power Point)

Se la Didattica a Distanza è riuscita bene è per due motivi: il primo è perché da diverso tempo il nostro Istituto ha avviato attività di formazione, aggiornamento, di adesione al Piano Nazionale Scuola Digitale, per cui non è stato colto di sorpresa dalla necessità della didattica a distanza: insomma era preparato; il secondo è perché anche agli alunni più bisognosi sono stati dati in dotazione i dispositivi per la didattica a distanza: abbiamo consegnato quasi ottanta fra tablet, notebook e netbook”.

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp
blank