lunedì, Ottobre 26, 2020
Brolo pizzo

Brolo, percepisce il reddito di cittadinanza, ma chiede il pizzo ai commercianti: arrestato 44enne

I Carabinieri di Brolo questa mattina hanno eseguito misure cautelari nei confronti dei fratelli brolesi Angelo e Mario Perdicucci, di 44 e 52 anni, entrambi gravemente indiziati del reato di estorsione.

Ad Angelo Perdicucci, già ristretto nel carcere di Termini Imerese poiché ritenuto uno degli autori della rapina in casa commessa a settembre in danno di un’anziana signora di Brolo, sorpresa nel sonno in piena notte e malmenata, è stato notificato il provvedimento di arresto, mentre al fratello Mario il divieto di dimora nel comune di Brolo.

L’attività di indagine dei Carabinieri, iniziata il 6 settembre, ha consentito di accertare numerosi episodi di estorsione commessi nei confronti di alcuni commercianti brolesi. Le investigazioni sono iniziate a seguito di un tentativo di incendio del bar della stazione ferroviaria di Brolo, ai cui gestori qualche giorno Angelo Perdicucci aveva annunciato la sua intenzione di chiedere loro del denaro.

Gli investigatori così sono riusciti ad accertare otto episodi di estorsione, alcuni solo tentati, ai danni di commercianti di Brolo ed in particolare nei confronti di un ristoratore, compiuti dai fratelli.

Con atteggiamento prepotente e minaccioso i due si recavano nel locale del ristoratore brolese per consumare dei pasti e dietro minaccia di possibili ritorsioni non pagavano. In un’occasione Angelo Perdicucci ha ottenuto con minacce dall’esercente di effettuare un’operazione fittizia di pagamento di 100 euro mediante la carta prepagata del “reddito di cittadinanza” di cui è titolare per ricavarne liquidità, e inoltre si è proposto come intermediario nei confronti di un privato cittadino, al quale era stata precedentemente rubata una costosa bicicletta elettrica, ottenendo 90 euro in contanti e, incassato il denaro, riconsegnava la bici.

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp