blank

Morte di Enrico Lombardo, oggi l’autopsia sul corpo

E’ il giorno dell’autopsia sul corpo di Enrico Lombardo, il 42enne morto sabato notte a Spadafora, a quanto pare per un malore, dopo essere stato immobilizzato dai Carabinieri, intervenuti nei pressi dell’abitazione dell’ex convivente. L’esame sarà eseguito dal medico legale Alessio Asmundo. Sulla vicenda indaga la Procura di Messina con il procuratore aggiunto Vito Di Giorgio e i sostituti procuratori Antonio Carchietti e Alessandro Liprino. L’autopsia servirà a chiarire le cause che hanno determinato la morte di Lombardo che viveva a Spadafora da qualche tempo dopo avere stretto la relazione con l’ex convivente dalla quale aveva avuto due figli.

Al momento il fascicolo sulla morte dell’uomo risulta aperto contro ignoti. Sembra che agli atti dell’inchiesta ci sia anche un video che riprende le fasi dell’accaduto. Intanto i familiari del 42enne si sono affidati a due legali chiedendo che sia fatta chiarezza e hanno nominato un medico legale consulente di parte. I magistrati vogliono intanto vederci chiaro sotto il profilo dei soccorsi prestati all’uomo e sotto quello riguardante l’intervento dei Carabinieri, qualcuno dei quali sarebbe rimasto ferito dopo una colluttazione. Dall’autopsia certamente potranno emergere particolari importanti.

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp
blank