blank
dav

Barcellona. #Noicisiamo chiede uno spazio per le sepolture islamiche

La proposta è di quelle che profumano di integrazione in un contesto in cui questo termine diventa di utilizzo sempre più raro. Il gruppo politico #Noicisiamo, con in testa il coordinatore Salvatore Coppolino, ha lanciato un accorato appello all’Amministrazione Comunale di Barcellona Pozzo di Gotto affinché valuti la possibilità di individuare uno spazio da destinare alle sepolture di fedeli musulmani nel rispetto del rito previsto dalla loro religione. Allo stato attuale, per dare sepoltura ai propri cari, i cittadini originari dei paesi islamici devono sborsare cifre considerevoli per il trasporto delle salme nella patria d’origine. Lo ha confermato l’Imam Mohamed Yahiaoui nel corso di un cordiale incontro con lo stesso Salvatore Coppolino, il quale ha ricordato – nella sua richiesta all’esecutivo di Palazzo Longano – che la città ormai da decenni accoglie cittadini provenienti da paesi islamici che qui hanno trovato modi lavorare, integrarsi, mettere su famiglia e piantare le loro radici. La comunità musulmana, a Barcellona Pozzo di Gotto, è riuscita a dotarsi di un luogo di preghiera di proprietà dopo essere rimasta a lungo in un luogo in affitto. Un segno che sancisce un legame importante con la nostra terra. Per tutti questi motivi, al termine dell’incontro tenutosi presso la Moschea di Via Umberto I, #Noicisiamo ha rivolto un accorato appello all’Amministrazione Comunale al fine di voler valutare la possibilità di individuare, nella nuova ala in fase di realizzazione nel cimitero, un’area da adibire alle sepolture per i fedeli di religione islamica.

“Si tratta di una pratica già portata avanti in altre città italiane – prosegue il gruppo politico – sulla cui scia potrebbe instaurarsi un percorso che rappresenterebbe un gesto molto significativo nel particolare contesto storico dei nostri giorni”.

 

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp
blank