Barcellona. Emergenza idrica, il nuovo pozzo di Sant'Andrea amplia il suo raggio d'azione

165

Per contrastare la diffusa carenza idrica nel territorio di Barcellona Pozzo di Gotto, cercando di attenuare i disagi patiti dalla popolazione è stata disposta l’immissione nella rete idrica dell’acqua proveniente dal nuovo pozzo di Sant’Andrea. Il provvedimento giunge dopo la dichiarazione di emergenza idrica dello scorso 26 giugno. Le maggiori quantità d’acqua verranno incontro al fabbisogno delle zone di Sant’Andrea, Acquacalda e Bartolella. Occorre evidenziare che ancora gli organi competenti non hanno rilasciato il giudizio di potabilità e quindi l’acqua proveniente dal nuovo pozzo, seppur batteriologicamente idonea, non può essere dichiarata potabile, utilizzabile per soli fini igienici relativamente alle utenze di Acquacalda, S. Andrea, Zona Industriale, Via Bartolella – Stretto I e II Bartolella, Via La Pira, Via S. Teodoro, Via Perugia.
Per quanto riguarda le altre zone del territorio cittadino, il personale comunale monitora
costantemente la situazione e provvede, per quanto possibile, ad eseguire le manovre sulla rete valutate di volta in volta più opportune per realizzare la redistribuzione dei flussi idrici in favore delle aree a maggiore sofferenza.