Sabato ad Alcara Li Fusi incontro con Dario La Rosa, autore di "Cous cous blues"

236

«A Iachìno una cosa piaceva insieme al mare, a sua moglie Carmela e alla dannazione di avere per compare uno come Gerlando: mettersi ai fornelli per friggere melanzane, cucinare una pasta coi ricci appena pescati o calare due spaghetti al sugo con l’aroma del basilico che profumava tutta la casa.»

In poche righe così si può descrivere il racconto del palermitano classe 1980 Dario La Rosa, autore del libro “Cous Cous Blues”, che sabato 1 giugno alle 17:30 sarà ad Alcara Li Fusi per incontrare i lettori. L’evento, organizzato da “Alcara Borgo Natura”, si svolgerà al Museo d’Arte Sacra di Alcara Li Fusi.
Protagonista del libro è il giornalista Iachìno Bavetta che, tra ironia e buon cibo, si troverà ad indagare su tre casi accaduti in Sicilia. Uno di questi, fra funghi, grifoni e altri sapori dei Nebrodi, si svolge proprio ad Alcara Li Fusi.
L’autore, Dario La Rosa, è direttore della rivista di turismo SiciliaWeekend, un’occasione in più per parlare dei meravigliosi borghi di Sicilia attraverso la letteratura.
Nel libro tre racconti gialli che vedono protagonista Iachìno Bavetta, un giornalista di satira, che veste i panni di investigatore alternativo. Le storie hanno i seguenti titoli: “Le panelle di Tanino Speciale”, in cui il protagonista si troverà a districarsi con un caso tutto Made in Palermo; “La pasta coi ricci di Iachìno Bavetta”, con un omicidio da risolvere fra le splendide acque dell’isola di Favignana e infine “La salsiccia al pepe rosa del signor Politi”, nello splendido scenario di Alcara Li Fusi, sui Nebrodi.
Iachìno ha appena fondato la rivista Ulapino, quando una morte improvvisa colpisce un venditore di panini e panelle, proprietario del Piaggio Ape avuto in prestito per lanciare la pubblicazione. Con il compare Gerlando, si troverà invischiato in un intrigo da risolvere. A fare da cornice i profumi della città, dei vicoli e del mare, uniti alle gustose ricette che ama preparare alla sua donna, Carmela. Dalle strade di Palermo alle limpide acque di Favignana per una pasta coi ricci il passo è breve, sino ad arrivare ad arrivare ad Alcara Li Fusi, borgo in cui volano i grifoni e nasce una salsiccia al pepe rosa. Con il suo fidato bassotto Arturo, un pizzico di fortuna e tanta ironia, Iachìno riuscirà a far luce su omicidi e stranezze di cui è ricca la Sicilia.