Home Politica L'opposizione presenta ricorso contro il decreto di riordino della sanità siciliana

L’opposizione presenta ricorso contro il decreto di riordino della sanità siciliana

- Advertisement -

Se non lo fa l’amministrazione di Bruno Mancuso, ci pensiamo noi. Proporremo ricorso al Tar di Palermo per impugnare il decreto regionale dell’11 gennaio 2019 con il quale si vuole riordinare la sanità siciliana.

Questa l’iniziativa dei consiglieri di opposizione Carmelo Sottile, Melinda Recupero, Giuseppe Puleo, Monica Brancatelli, Nunziatina Starvaggi, l’associazione “Progetto Sant’Agata” e cinque cittadini, che intendono contestare il depotenziamento dell’ospedale di Sant’Agata Militello. I consiglieri hanno evidenziato di essersi rivolti al sindaco Bruno Mancuso, in modo che comunicasse pubblicamente come intendeva attivarsi concretamente per scongiurare la “morte” dell’ospedale e se fosse nelle sue intenzioni  impugnare, quale rappresentante del comune capofila del distretto socio-sanitario,  il decreto assessoriale della Regione. Da lui, hanno denunciato i cinque consiglieri, non è arrivata alcuna risposta, in alcuna direzione. E così, a difendere la salute dei cittadini ed il futuro della nostra cittadina e non lasciare nulla di intentato ci pensiamo noi, insieme a cinque cittadini e all’associazione “Progetto Sant’Agata”, hanno comunicato Sottile, Recupero, Puleo, Brancatelli e Starvaggi; ieri hanno affidato l’incarico ad un legale per presentare ricorso al tar di Palermo. Tale vicenda di evidente disinteresse per il paese, è sintomatica del modo con cui si sta amministrando, hanno concluso i cinque consiglieri, nessuna amministrazione può fregiarsi di così tanti elementi negativi in un tempo di legislatura così breve.

- Advertisement -

Più lette della settimana