Imprenditore di Capo d’Orlando denuncia Fabrizio Corona per truffa

13061

Fabrizio Corona, al centro delle cronache (anche giudiziarie) c’è da tempo. Ma stavolta il suo nome entra in una indagine anche del Tribunale di Patti.

Ovviamente si tratta di fatti tutti da dimostrare, ma il noto personaggio è indagato dopo la denuncia nei suoi confronti presentata da un tatuatore di Capo d’Orlando che lo accusa di truffa.
I fatti al vaglio della procura pattese, con il fascicolo nelle mani del sostituto procuratore Alice Parialò, sono esposti nella querela presentata per conto dell’imprenditore dall’avvocato Carmelo Portale.

Il legale scrive che Corona avrebbe incassato l’importo di 5.000 euro in due tranches. Un primo acconto di 2.500 euro a Capo d’Orlando presso lo studio di tatuaggi in cui si era recato l’ex fotografo dei vip per una serata promozionale ed il saldo a Milano, presso l’abitazione di Corona, dove, secondo la querela, il tatuatore si era appositamente recato.

In quella occasione era stata pattuita una collaborazione finalizzata sia all’utilizzo esclusivo del marchio “Adalet” (creato da Corona) che all’apertura, in società, di numerosi studi di tatuaggi in giro per l’Italia.
“Tuttavia- si legge nella querela- dopo aver incassato le somme, Corona si è reso irreperibile, non rispettando l’accordo”.

Ovviamente toccherà alla Procura accertare l’ipotesi di reato esposta nella denuncia, ma nel frattempo il fascicolo è stato aperto e spetterà al magistrato stabilire se esistano le condizioni per andare avanti nelle indagini o archiviarle.