Basket, l’Orlandina supera Siena 93-78. Terza vittoria di fila

370

La Benfapp Capo d’Orlando conquista la terza vittoria di fila suprando la Mens Sana Siena tra le mura amiche del PalaSikeliArchivi con il punteggio di 93-78.

Una gara a strappi, che ha visto i paladini sempre avanti, ma con i toscani che sono riusciti più volte a ricucire i gap inflitti dai padroni di casa, riportandosi sul -3 anche a otto minuti dalla fine.

Ma nei minuti finali gli ospiti hanno pagato la stanchezza di una settimana impegnativa, che mercoledì li ha visti impegnati in trasferta a Biella per il recupero della decima giornata.

I paladini hanno così preso il largo, portandosi sul +20 con uno straripante Triche, salutato da una standing ovation del pubblico quando nel finale coach Sodini l’ha richiamato in panchina insieme a Jordan Parks (per il duo USA 62 punti in due).

Ma passiamo alla cronaca della gara:

Si inizia con l’iniziativa Teddy Bear Toss: al primo canestro, realizzato da Bruttini, volano in campo centinaia di peluche, che saranno donati al reparto di pediatria del Policlinico di Messina. Pacher e Morais trascinano avanti Siena (7-8) con due triple, ma la risposta dei padroni di casa non si fa attendere: Parks, Triche, Bellan e Lucarelli portano i paladini sul +7 (20-13). Nella seconda metà del parziale con una difesa produttiva i senesi si rifanno sotto sul 21-18 con Morais, ma Triche realizza il suo 12esimo punto della gara chiudendo il parziale sul 26-20.

In avvio di secondo quarto Siena si riavvicina fino al -2 (26-24), ma arriva decisa la risposta dei paladini, con una difesa aggressiva e precisione in attacco, a realizzare un parziale di 14-0 firmato da Bellan, Parks, Triche, e Lucarelli (40-24). Siena torna a segnare dopo 6 minuti di digiuno con Pacher dalla lunetta, ma cinque punti consecutivi di Triche valgono il massimo vantaggio Benfapp, +17 (45-28). Pacher realizza e subisce fallo, l’inchiodata a due mani di Parks fa esplodere il PalaSikeliArchivi, ma le triple di Lupusor e Marino mandano le squadre negli spogliatoi con soli 10 punti di distanza, sul 49-39.

Al rientro dall’intervallo lungo la tripla di Pacher e due punti di Lupusor portano Siena a sole 5 lunghezze di distanza ed i primi punti dei paladini nel terzo quarto arrivano dopo ben tre minuti di gioco dalle mani di Parks, poi Lucarelli in step back trova la tripla del nuovo +8 (54-46). I biancoazzurri stringono le maglie in difesa e costringono Siena all’infrazione dei 24’’, costruendo un nuovo +13 con Parks, Bruttini e Triche per il 61-48. Non si fa attendere lo strappo senese, che con un parziale di 10-0 torna sul -3 (61-58). A sbloccare i padroni di casa è Triche, seguito dalla tripla di Laganà per un nuovo +8 (66-58). Il gioco da tre punti di Lupusor chiude il terzo quarto sul 66-61.

In avvio di ultimo quarto Lucarelli trova due punti, ma con Pacher la Mens Sana è ancora sul -3 a 8 minuti dalla fine (70-67). Da lì si fa sentire la stanchezza sulle gambe degli ospiti ed è un monologo dei paladini: Triche, Parks, Bellan e Lucarelli mettono a segno un parziale di 12-0 (82-67). Marino prova a tenere in vita i suoi dalla lunetta, ma Parks e Bruttini tengono la Benfapp a distanza di sicurezza sul +16 (86-70). Morais con la tripla prova a dare speranze, ma Triche è scoppiettante: prima serve Bruttini e poi con cinque punti di fila porta la Benfapp sul +2’ facendo esplodere il PalaSikeliArchivi (93-73). Marino e Radonjic chiudono la gara sul 93-78.

Le dichiarazioni del post-gara di Brandon Triche: “Oggi è stata una bella giornata per noi, abbiamo fatto una bella partita. Questa settimana non ci eravamo allenati bene, ma siamo stati bravi oggi, ci sono riuscite quasi tutte cose bene. Siamo stati bravi a correre, ad andare in contropiede. Io e Jordan veniamo entrambi da New York, abbiamo una bella sintonia, sia dentro che fuori dal campo. Il coach fin dall’inizio ci ha chiesto di fare da chioccia ai giovani, anche perché senza gli altri ragazzi non avremmo potuto vincere così tante partite e sono contento di avere questi compagni di squadra”.

Marco Sodini: “Sono contento della vittoria ovviamente, ma non mi è piaciuto che siamo tornati a commettere un po’ di errori di troppo in difensa sulle cose preparate. Siamo andati a strappi, e invece questa era una partita che doveva essere presa e chiusa. Ovviamente ci sono gli avversari, ma io non posso essere contento di una partita come questa, perché significherebbe accontentarmi. La mia panchina oggi ha prodotto tre punti con Laganà e obiettivamente non siamo stati bravissimi a coinvolgere tutti i giocatori. È stata bravissima Siena, che per scelta ha negato i passaggi dentro a Bruttini, ma noi ad un certo punto abbiamo camminato e non dovevamo. È vero che abbiamo fatto 93 punti anche oggi, e per fortuna Triche e Parks ce li abbiamo noi. Guardando la classifica posso dire che abbiamo dei rammarichi per le partite perse in questa stagione e ovviamente non ci accontentiamo ed è necessario che io sia ambizioso”.

Benfapp Capo d’Orlando – Mens Sana Siena 93-78 (26-20; 49-39; 66-61)
Benfapp Capo d’Orlando: Bruttini 8, Laganà 3, Parks 30, Mobio ne, Murabito, Mei, Triche 32, Bellan 9, Neri, Donda, Lucarelli 11. Coach: Marco Sodini.
Mens Sana Siena: Poletti ne, Pacher 21, Morais 18, Lupusor 9, Marino 11, Radonjic 5, Ranuzzi 9, Del Debbio ne, Cepic ne, Prandin, Ceccarelli ne, Sanguinetti 5. Coach Paolo Moretti.