Proseguono le ricerche dell’uomo sfuggito ad un posto di blocco

4835

Sono trascorsi ormai 4 giorni dal rocambolesco inseguimento lungo la Statale 113, tra un’auto della Guardia di Finanza e quella di un 40enne di Reitano che, dopo aver forzato un posto di blocco a Torre del Lauro ed aver provato a travolgere due finanzieri a Santo Stefano, è finito fuori strada con la propria vettura ma è riuscito a far perdere le tracce.
Dopo l’episodio, le ricerche non si sono mai interrotte nonostante l’uomo, Pietro Serio, si sia dileguato tra le campagne.
Qualcuno aveva addirittura ipotizzato che Serio avesse perso la vita a causa di probabili ferite riportate dopo il volo della sua Golf in una stradina che fiancheggia la ferrovia.
Invece, a quanto sembra, nelle ultime ore alcuni cittadini hanno segnalato la sua presenza nei pressi dello svincolo autostradale di Santo Stefano.
Così, questa mattina, Carabinieri della città delle Ceramiche ed i loro colleghi di Mistretta hanno avviato un lungo pattugliamento tra le 113 e le zone interne.
Con loro anche una squadra di volontari e del gruppo di protezione civile.
I Carabinieri hanno lanciato anche un appello affinché vi sia la collaborazione dei cittadini in caso di avvistamento dell’uomo.
Pietro Serio non sarebbe pericoloso ma necessita di aiuto ed assistenza a causa di problemi di natura psichica manifestati negli ultimi tempi.