Mistretta, maximulta e sequestri per gioco d’azzardo

871

I carabinieri della compagnia di Mistretta, con l’ausilio di personale dell’agenzia delle dogane e monopoli di Palermo, hanno denunciato un 32enne di Termini Imerese, titolare di un “internet point” a Mistretta per gioco d’azzardo ed esercizio abusivo di attività di gioco e di scommesse.

E’ stato accertato che l’uomo, senza le autorizzazioni di pubblica sicurezza, aveva installato nel suo locale alcuni computer, con i quali era possibile scommettere, con premi fino a 10mila euro, su eventi sportivi virtuali che simulano competizioni di motociclismo, partite di calcio, corse di cavalli o cani. A carico dell’uomo una maximulta di 76.000,00 euro ed il sequestro di monitor, pc ed un modem.