Candidature: giochi fatti

2008

Scade alle 20 di oggi il termine per presentare le liste e sono sostanzialmente fatti i giochi delle candidature a Camera e Senato. La principale novità, rispetto a quanto veniva previsto, è la decisione del Centro Destra di escludere dalle liste, Franco Rinaldi, cognato di Francantonio Genovese. Il nome dell’ex deputato regionale inoltre, condannato in primo grado per Corsi d’oro e attualmente a processo per l’inchiesta Matassa sulla corruzione elettorale, è stato escluso per motivi di opportunità e rimpiazzato, nel collegio di Barcellona-Nebrodi con la pattese Mariella Gullo, anche lei dell’area di riferimento di Genovese.
Le trattative protrattesi sino a notte fonda, hanno comunque portato alla quadratura del cerchio. Per il centrodestra nel collegio plurinonimale ci  saranno Stefania Prestigiacomo, Nino Germanà, Elisabetta Formica e Dario Moscato. Per il collegio uninominale di Barcellona, come detto, Mariella Gullo mentre per quello di Messina, Matilde Siracusano.
Nel Pd cresce la fronda contro i renziani da parte degli esclusi. Crocetta ha sferrato ieri il primo attacco attraverso interviste ai giornali mentre Giuseppe Antoci, presidente del Parco dei Nebrodi, ha affidato a Facebook il suo duro commento contro le scelte del segretario alla Direzione Nazionale. Rimangono quindi confermate per il Pd nel collegio Messina-Enna, Maria Elena Boschi davanti al rettore dell’Università dello Stretto Pietro Navarra, Rosa Maria Di Giorgi e l’ex deputato regionale Giuseppe Laccoto.
A Messina nell’uninominale correrà Pietro Navarra, a Barcellona Pozzo di Gotto c’è Natalia Cimino, a Enna-Sant’Agata il sindaco di Troina Fabio Venezia.
Valeria Sudano, infine  è la capolista al Senato nel collegio della Sicilia orientale. Dopo di lei, l’ex deputato regionale e dirigente di Sicilia Futura Beppe Picciolo, quindi Alessandra Furnari e Fabio D’Amore. Infine per i 5 Stelle, nel collegio Camera di Messina, Barcellona Pozzo di Gotto ed Enna il capolista è Alessio Villarosa, poi Angela Raffa, Francesco D’Uva e Antonella Papiro. Giarrusso, invece per il Senato. Fuori dalla tornata elettorale, invece, i tre uscenti D’Alia, Genovese e  Garofalo.