domenica, Luglio 14, 2024

Tribunale di Patti: disposte pesanti condanne per violenza sessuale

tribunale patti

Violenza sessuale su una diciassettenne originaria della Romania che sarebbe avvenuta nel dicembre 2018 in un centro dei Nebrodi. Per questa imputazione il collegio giudicante del tribunale di Patti – presidente Scavuzzo, a latere Vona e Ceccon, ha condannato Carmelo Alessandro Todaro e Alessio Pulvino a sette anni e sei mesi di reclusione e Marco Maria Pulvino a 6 anni di reclusione.

I giudici hanno disposto anche alcune interdizioni, applicando anche, dopo l’esecuzione della pena e per un anno, il divieto di avvicinarsi a luoghi frequentati da minori, con l’obbligo di tenere informati gli organi di polizia su residenza e spostamenti. Il Pm Andrea Apollonio aveva chiesto 5 anni per i primi due e 3 per il terzo, dunque i giudici sono andati oltre le richieste della pubblica accusa, disponendo anche il risarcimento danni alla parte civile, la ragazzina, costituitasi con l’avvocato Benedetto Ricciardi.

Per i legali della difesa, gli avvocati Alvaro Riolo e Lucio Di Salvo, il processo si sarebbe dovuto concludere con l’assoluzione dei loro assistiti, sia perché c’erano solo le dichiarazioni della ragazza riguardanti il palpeggiamento, oggetto del capo di imputazione e che poi ha determinato di fatto la condanna dei tre imputati.

Non solo, ma i legali della difesa hanno prodotto i messaggi della ragazza, prima e dopo i fatti formalizzati dall’accusa, hanno messo in risalto come la ragazza si sia spesso contraddetta, hanno fatto leva su alcune deposizioni rese nel dibattimento anche a proposito di ciò che avrebbe ingerito la ragazza mentre era in macchina con i tre.

Queste ed altre circostanze saranno ovviamente oggetto del processo di secondo grado; i giudici si sono presi 90 giorni per depositare le motivazioni e in avanti gli avvocati della difesa presenteranno appello.

Facebook
Twitter
WhatsApp