martedì, Giugno 25, 2024

Precari Covid, Volo: «Proroga impossibile per personale tecnico e amministrativo». In tremila senza lavoro

Volo oriz

Niente proroga ai contratti dei precari Covid impiegati nel Sistema sanitario regionale. Per circa tremila persone, di fatto, quello del 28 febbraio potrebbe essere l’ultimo giorno di lavoro alla Regione. E almeno altri seimila adesso sono in bilico, visto che anche quei contratti scadranno tra pochi mesi.

«A fine dicembre, in una situazione ancora di incertezza legata alla pandemia di Covid, con grande senso di responsabilità, la giunta di governo e l’Assemblea regionale siciliana hanno approvato una norma per la proroga di due mesi dei contratti del personale precario amministrativo e tecnico. Ad oggi, invece, alla luce della nuova valutazione dell’emergenza e della normativa nazionale, non essendoci più esigenze particolari di gestione, risulta impossibile, tanto per l’esecutivo che per il parlamento regionali, nell’immediatezza, intervenire con nuove proroghe.

Resta ferma, comunque, l’intenzione del governo Schifani e dell’Ars di continuare a valutare soluzioni che in futuro possano essere sostenibili e riconoscere a questo personale l’impegno svolto nel momento di crisi. Diverso il ragionamento, invece, per il personale sanitario e parasanitario, come annunciato dal presidente della Regione oggi, che può essere implementato nel sistema sanitario regionale lì dove risultino croniche carenze di organico. Anche su questo abbiamo aperto il confronto con gli enti e le aziende per arrivare a una soluzione al più presto». Lo dice l’assessore regionale alla Salute Giovanna Volo, in seguito all’incontro avuto con le organizzazioni sindacali che nel pomeriggio hanno organizzato un sit in di protesta dei precari Covid in piazza Indipendenza a Palermo.

Facebook
Twitter
WhatsApp