giovedì, Febbraio 29, 2024

Maltrattamenti alla compagna, 46enne condannato a 2 anni e 8 mesi

tribunale patti

Si è concluso con una condanna a 2 anni e otto mesi di reclusione il processo di primo grado a carico di un uomo originario di un centro nebroideo, accusato di maltrattamenti ai danni della compagna, difesa dall’avvocato Giuseppe Caminiti.

Il Tribunale di Patti, in persona del Giudice Dott. Ugo Domenico Molina, ha emesso la sentenza a seguito del rito abbreviato richiesto dalla difesa dell’imputato, rappresentato dall’avvocato Daniele Letizia.

Il processo era nato dall’arresto in flagranza dell’imputato 46enne avvenuto a Brolo, quando i carabinieri a seguito di una richiesta di intervento pervenuta al 112 da parte della donna raggiungevano l’appartamento dove i due convivevano.

La signora lo scorso settembre dichiarò agli agenti giunti sul posto di aver subito nel tempo reiterati maltrattamenti da parte del convivente, ma di non aver mai sporto denuncia per timore della propria incolumità e di quella del figlio.

In occasione dell’ultimo episodio di violenza l’uomo, senza alcun apparente motivo, è andato in escandescenze minacciando la donna, colpendola violentemente e mettendo a soqquadro l’abitazione.

Con la sentenza di condanna, oltre alla pena di anni 2 e mesi 8 di reclusione, l’imputato è stato condannato anche al risarcimento dei danni da liquidarsi in separata sede a favore della donna, costituita parte civile con l’Avv. Giuseppe Caminiti, nonché al pagamento delle spese processuali, disponendo nel contempo allo stesso imputato il divieto di avvicinamento alla persona offesa e ai luoghi frequentati dalla stessa.

Tra 90 giorni si conosceranno le motivazioni della sentenza.

blank
Facebook
Twitter
WhatsApp