lunedì, Agosto 8, 2022

Election Day, entro domani Musumeci deve decidere sulle dimissioni anticipate

Musumeci a Trapani-Birgi 18 05 2022

Termine ultimo domani, 5 agosto 2022, per rassegnare le dimissioni e consentire ai siciliani di votare il nuovo presidente della Regione il prossimo 25 settembre, in concomitanza con le politiche 2022.

A Nello Musumeci, governatore Siciliano uscente, resta dunque un solo giorno per sciogliere le riserve e decidere se mettere anticipatamente fine al suo mandato, seppur di poche settimane. “Non ho tempo per leggere i quotidiani e per rispondere alle dichiarazioni di altri esponenti politici. Sull’election day sto ancora riflettendo” ha dichiarato ieri Musumeci, rispondendo ai giornalisti sull’ipotesi di accorpare le votazioni. Insanabile la spaccatura del centro destra siciliano sulla ricandidatura del governatore uscente, ma anche su altri nomi non appare immediata la convergenza.

Il leader di Forza Italia Gianfranco Miccichè, infatti, ieri aveva rilanciato il nome dell’ex ministro azzurro Stefania Prestigiacomo, che si è detta onorata della proposta, ma pronta a correre solo c’è unità. Mentre il segretario regionale della Lega Nino Minardo aveva proposto la candidatura di un esponente del carroccio.

Sempre ieri, il presidente dell’Ars Gianfranco Miccicchè, al termine di una maratona notturna nella quale è stato approvato il ddl sulle variazioni di bilancio, ha annunciato di avere convocato per domani alle 11 l’aula “per possibili comunicazioni del presidente della Regione”. Da mesi il presidente dell’assemblea regionale siciliana si oppone esplicitamente alla ricandidatura del presidente uscente, sostenuta invece dalla leader di Fratelli d’Italia Giorgia Meloni e ha dichiarato “Siamo pronti a individuare un candidato anche se si dovesse votare la settimana prossima”, aggiungendo di essere comunque pronto a ragionare su altre candidature come, per esempio, quella del parlamentare leghista Alessandro Pagano.

Facebook
Twitter
WhatsApp