mercoledì, Giugno 29, 2022

Vulcano – Acque bianco-lattiginose di fronte la spiggia di Levante. Accertamenti dell’Ingv

isola vulcano-min

Nuovi accertamenti, sull’isola di Vulcano, da parte dell’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia. Due giorni fa, infatti, nel tratto di mare antistante la spiaggia di Levante a Vulcano, sono comparse acque nerastre e maleodoranti, fenomeno che da ieri è apparso in diminuzione, tramutandosi in una colorazione bianco-lattiginosa.

L’evento ha raggiunto la fase acuta intorno alle 13 di ieri, mentre nelle ultime ore è diminuito. Già oggi gli esperti dell’Ingv si recheranno sull’isola dell’arcipelago eoliano per osservazioni dirette e prelevare dei campioni da analizzare.

L’ipotesi dei ricercatori è che possa trattarsi di “un evento impulsivo di degassamento” in una zona “storicamente interessata da emissioni di gas da siti presenti a bassa profondità sul fondo del mare”.

“L’incremento di pressione nel sistema idrotermale – spiegano dall’Ingv – può infatti causare l’emissione di acque ricche in solfuri, presenti nella parte meno profonda del sistema stesso, dunque con tipiche colorazioni scure. La successiva ossidazione causa la formazione di zolfo elementare e la coagulazione, producendo l’aspetto bianco-lattiginoso dell’acqua marina. La dinamica impulsiva del degassamento causa anche la dispersione in acqua di depositi preesistenti di zolfo nativo, contribuendo a rafforzare il fenomeno in questione”.

Negli ultimi due giorni si è anche registrato un consistente aumento rispetto agli ultimi due mesi, del numero di eventi sismici a bassa frequenza. Si è comunque trattato di microscosse poco rilevanti: nell’area di Vulcano nessun terremoto ha superato la magnitudo 1 negli ultimi 22 giorni.

Facebook
Twitter
WhatsApp