Caldo africano, oggi picco massimo in Sicilia, da domani in attenuazione. Resta alto rischio incendi

meteo caldo

Lucifero l’anticiclone subtropicale africano che ha causato nei giorni scorsi l’ondata di calore su tutto il sud Italia, definita estrema dagli esperti, raggiunge oggi il suo picco, con temperature massime addirittura intorno ai 45 °C/47 gradi nelle zone interne della Sicilia. Siracusa con una massima di 46, Catania con 44 gradi, Caltanissetta con 43,  Ragusa con 42 e Palermo che tocca i 40 gradi sono oggi tra le città più infuocate della penisola, insieme a Terni, Cosenza, Reggio Calabria e Nuoro. Più fresca Messina alla quale il bollettino diramato dal ministero della salute ha assegnato bollino arancione per la giornata di oggi.

Ma, secondo le previsioni dei meteorologi di 3B meteo, gli isolani dovranno comunque fare i conti col caldo torrido ancora almeno fino a venerdì, destinato a perdurare fino a Ferragosto, sebbene in lenta attenuazione a partire dal weekend.  Condizioni che favoriscono ancora, purtroppo, anche il rischio incendi sull’Isola, già devastata dai roghi dei giorni scorsi.

Intanto domani giovedì 12 agosto ancora tempo stabile ed assolato ovunque. Su litorale tirrenico, litorale ionico e sui rilievi cieli in prevalenza sereni o poco nuvolosi per l’intera giornata; su litorale meridionale e zone interne giornata in prevalenza poco nuvolosa, salvo la presenza di nubi sparse al mattino. I venti soffieranno moderati settentrionali. Basso Tirreno e Mare di Sicilia poco mossi; Canale da poco mosso a mosso.

Venerdì 13 e sabato 14 agosto ancora tempo stabile ovunque, con cieli in prevalenza sereni o poco nuvolosi, Sui rilievi cieli in prevalenza poco nuvolosi o parzialmente nuvolosi, salvo maggiore variabilità  nelle ore centrali della giornata. Venti deboli dai quadranti nord-orientali; i mari saranno poco mossi. E anche per Ferragosto continua il bel tempo, mentre cambierà solo la direzione dei venti che soffieranno deboli dai quadranti nord-occidentali in rotazione ai quadranti nord-orientali.

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp