blank
Il deputato nazionale Alessio Villarosa

Barcellona Pozzo di Gotto: il paradosso dell’ospedale “Cutroni-Zodda”

Fare chiarezza sul presente e sul futuro dell’ospedale “Cutroni-Zodda” di Barcellona Pozzo di Gotto. Lo ha chiesto il deputato nazionale Alessio Villarosa, evidenziando come la situazione del presidio ospedaliero ricalchi a pieno l’idea della gestione della cosa pubblica siciliana negli ultimi anni, un’idea potenzialmente malsana che potrebbe comportare un possibile sperpero di denaro pubblico e un aumento dei rischi per i cittadini di tutto l’hinterland tirrenico.

Villarosa ha ricordato inoltre il fatto che viene mantenuto attivo da oltre un mese un Covid Hospital, nato già monco nel 2020, perchè privo di posti di terapia intensiva, con una decina di posti letto attivi ma con un carico di pazienti che non supera le 5 unità. Personale dedicato ai soli pazienti Covid inutilizzato da oltre un mese, indisponibili alla restante parte del presidio. Per Villarosa il Cutroni Zodda  è di fatto solo una cattedrale nel deserto in quanto dispone di un pronto soccorso esclusivo per malati Covid e di reparti attrezzati con intere equipe ma totalmente vuoti ed inutilizzati per l’assenza di pazienti.

Tutto questo provoca un prevedibile sovraccarico di utenze in altri presidi che non sono certamente attrezzati a gestire l’impatto dovuto alla totale assenza di un ospedale così importante. Da qui l’ulteriore richiesta perché si faccia definitivamente chiarezza sul destino del presidio di Barcellona Pozzo di Gotto, in quanto non si può più attendere oltre.

(sc_adv_out = window.sc_adv_out || []).push({ id: 486803, domain: "n.ads5-adnow.com", });
Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp
blank
blank