blank

Rapinò un negozio in Veneto, per poi giocarsi il denaro al videopoker. Arrestato 41enne barcellonese

Nel pomeriggio di ieri, in esecuzione di un ordine di carcerazione emesso dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Rovigo, i Carabinieri della Stazione di Barcellona Pozzo di Gotto hanno arrestato il 41enne barcellonese S.N., condannato per i reati di rapina a mano armata e porto ingiustificato, in luogo pubblico, di strumenti ad offendere.

Il 2 gennaio di quest’anno, in provincia di Rovigo, l’uomo, in trasferta aveva rapinato un negozio di frutta e verdura, minacciando l’esercente con un coltello e costringendolo a consegnargli l’incasso di giornata. Il denaro di cui l’uomo si era impossessato era stato immediatamente speso per giocare ai videopoker in una vicina sala slot machine dove i Carabinieri della Stazione di Taglio di Po (RO), poco dopo il reato, lo avevano rintracciato ed arrestato, trovandolo in possesso del coltello utilizzato per commettere la rapina e recuperando la refurtiva.

Il 12 maggio 2020 Tribunale di Rovigo ha emesso sentenza di condanna, che trascorsi i termini di appello è divenuta esecutiva e pertanto i Carabinieri nella giornata odierna hanno arrestato il 41enne che dovrà scontare una pena residua di due anni e sette mesi di reclusione per rapina a mano armata e porto ingiustificato, in luogo pubblico, di strumenti ad offendere. Al termine delle formalità di rito, l’arrestato è stato tradotto presso la Casa Circondariale di Termini Imerese, ove rimarrà a disposizione della Autorità Giudiziaria.

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp
blank
blank