lunedì, Settembre 28, 2020

Acquedolci inaugurata la biennale internazionale d’arte “Principessa Thea”

Le opere di 27 artisti provenienti da tutta Italia hanno aperto ieri sera la prima biennale internazionale d’arte di Acquedolci “Principessa Thea”. Ma già dalla prossima settimana il numero degli espositori è destinato a salire. Una mostra, realizzata grazie alla collaborazione tra il comune tirrenico, l’artista Tamara Gallo e la Galleria Palazzo Paveri Fontana, che da un lato sottolinea l’identità storica e culturale acquedolcese, con la scelta di intitolarla a Thea, nobildonna di alto rango, forse sacerdotessa, il cui scheletro, risalente ad 11 mila anni fa, è stato ritrovato nel 1973 nella grotta di S. Teodoro e dall’altro allestisce le stanze della casa comunale di Acquedolci, con opere d’arte contemporanea e dal valore transnazionale.

Un evento, che coniuga la sacralità dell’arte e il contrasto con il momento attuale, su cui più di tutto predominano scienza e concreto e che vuole essere anche un forte segnale di ripresa post-covid delle attività culturali per Acquedolci e tutto il comprensorio dei Nebrodi.

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp