Capo d’Orlando, divani abbandonati in via Mancini. Rabbia e ironia del presidente del consiglio Galipò

1985

“Qualcuno, di sicuro senza accorgersene, ha perso 2 divani. Domattina se riusciamo a sapere chi sei, te li riportiamo a casa. Promesso!!”

Con questa frase, piuttosto ironica, il presidente del consiglio comunale orlandino Carmelo Galipò, ha commentato l’abbandono in una area del pieno centro cittadino di due vecchi divani, lasciati in bella mostra nella piazzetta di Via Mancini, arteria viaria che costeggia la stazione ferroviaria nei pressi dell’Ospedaletto.

L’amministrazione comunale si sta già attivando per individuare i responsabili, anche con l’ausilio di videocamere di sorveglianza presenti in zona.

Se non fosse una cosa più che seria, si potrebbe sorridere, ma l’episodio rappresenta un brutto esempio di inciviltà, stigmatizzato dall’amministratore, che di certo non depone bene, anche in vista del tanto auspicato afflusso di turisti, sul quale si punta e si spera in questa stagione balneare già azzoppata dall’epidemia da coronavirus.

Insomma, una di quelle cartoline di Capo d’Orlando che non si vorrebbero mai vedere.