Palermo, folla e fuochi d’artificio al funerale di un 18enne. Multe e denunce – VIDEO

3377
Palermo, folla e fuochi d'artificio al funerale di un 18enne. Multe e denunce

23 maggio 2020 - Centinaia di persone, violando le misure anti-Covid-19, oggi hanno affollato il quartiere di Bonagia di Palermo per dare l'ultimo saluto a Giuseppe Giannalia, diciottenne morto mercoledì scorso all’ospedale Policlinico di Palermo per le ferite riportate in un incidente stradale. Per accompagnare Peppe in mezzo ad una folla enorme c'erano palloncini, applausi, fuochi d’artificio, rombi di motori. La Polizia ha documentato gli eventi, senza intervenire sul momento per non provocare ulteriori problemi, ma ha identificato l’organizzatore del corteo e dei fuochi d’artificio, che è stato denunciato per promozione di riunioni pubbliche non autorizzate e di accensioni pericolose. Attraverso le immagini riprese sono state avviate ulteriori attività di accertamento e di identificazione dei partecipanti, a carico dei quali saranno adottate le previste sanzioni. Video di Alessia Conti

Posted by AMnotizie.it on Saturday, May 23, 2020
Nella mattinata di oggi, 23 maggio 2020, il quartiere di Bonagia di Palermo ha dato il suo ultimo saluto a Giuseppe Giannalia, diciottenne morto mercoledì scorso all’ospedale Policlinico di Palermo per le ferite riportate in un incidente stradale.
 
Per accompagnare Peppe in mezzo ad una folla enorme c’erano palloncini, applausi, fuochi d’artificio, rombi di motori.
 
Un centinaio di persone, infatti, si sono radunate nella Chiesa di San Curato d’Ars per l’ultimo saluto al giovane, non curandosi della necessità di rispettare le necessarie misure di contenimento dei contagi da Covid-19. Il feretro è stato accompagnato dallo sparo di fuochi di artificio dai tetti di un palazzo, senza alcuna preventiva autorizzazione e creando una situazione di pericolo per i numerosi presenti.
 
La Polizia ha documentato gli eventi, senza intervenire sul momento per non provocare ulteriori problemi, ma ha identificato l’organizzatore del corteo e dei fuochi d’artificio, che è stato denunciato per promozione di riunioni pubbliche non autorizzate e di accensioni pericolose.
Attraverso l’analisi delle immagini riprese dal personale del gabinetto di polizia scientifica, sono state, inoltre, avviate ulteriori attività di accertamento e di identificazione dei partecipanti, a carico dei quali saranno adottate le previste sanzioni. 
 
Video di Alessia Conti