martedì, Settembre 22, 2020

Eccezionale ondata di calore: il picco domani con possibili record

Come previsto da Centro Meteo Sicilia, la nostra Regione è al momento interessata da una cruenta avvezione di aria molto calda che sancirà l’avvio della prima vera ondata di calore ufficiale del 2020.
L’approfondimento di una persistente area depressionaria tra la Penisola Iberica ed il Nord-Africa infatti, ha richiamato verso il Mediterraneo centrale un promontorio sub-tropicale africano particolarmente vivace pilotando correnti d’aria infuocate dall’entroterra sahariano verso l’Italia meridionale.
Questa ondata potrebbe lasciare il segno negli annali della meteorologia della nostra isola poiché, grazie alla contemporanea presenza di una persistente ventilazione meridionale, i valori termici varcheranno con facilità i +35°C, puntando con decisione la fatidica soglia dei +40 °C durante la giornata di giovedì su molte aree della Sicilia.

Tuttavia non è escluso che la folta e persistente nuvolosità prevista (di tipo medio-alto) possa in qualche modo frenare localmente e momentaneamente la risalita della colonnina di mercurio nelle prossime 48/60 ore.
Pur in un contesto asciutto sussiste la possibilità di qualche veloce e passeggero fenomeno (misto a sabbia) specie durante il pomeriggio-sera di mercoledì che sarà comunque una giornata ugualmente molto calda con massime fino a +35/+36°C nelle aree maggiormente interessate da effetto favonico.

La giornata di oggi, mercoledì 13 maggio, è un vero e proprio “antipasto” in vista del picco che giungerà domani, giovedì 14 maggio ove raggiungeremo l’apice di questa ondata molto intensa di caldo torrido (previsti tassi di umidità anche al di sotto del 20% lungo le aree settentrionali interessate dai venti di caduta) con temperature serali infuocate (anche in piena notte) attorno ai +30°C nelle prime ore di giovedì.

L’altro elemento principale di questi due giorni sarà certamente il vento: tra mercoledì e giovedì infatti le correnti di ostro e scirocco dovrebbero raggiungere carattere di burrasca su buona parte del territorio in particolar modo sulla fascia tirrenica dove ci aspettiamo raffiche localmente fino a 100 km/h (se non localmente oltre) regalando alla nostra provincia anche una delle fasi tempestose più insidiose degli ultimi mesi. Previsti mari da agitati a molto agitati a largo.

Davide Pitarresi

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp