sabato, Ottobre 1, 2022

Capo d’Orlando – Corsa entro 500 metri da casa. Ecco l’app per calcolarli

500 metri

Il Sindaco Franco Ingrillì ha firmato stamattina un’ordinanza (per scaricarla e leggerla cliccare qui), valida fino al 3 maggio, in cui specifica cosa è consentito e cosa invece no sul territorio comunale di Capo d’Orlando.

L’ordinanza ha lo scopo di alleggerire alcune restrizioni, adottate per fronteggiare l’emergenza epidemiologica da COVID-19, sulla scorta dei provvedimenti adottati dal Premier Conte e del Presidente della Regione Musumeci.

L’attività motoria all’aperto è l’aspetto più discusso nelle ultime ore. Nell’ordinanza si legge che “E’ consentito svolgere individualmente attività motoria, limitatamente alla corsa, in prossimità della propria abitazione, e comunque non oltre i cinquecento metri dalla stessa, nel rispetto della distanza di almeno due metri da ogni altra persona”.

Sul web sono disponibili diverse app per calcolare la distanza di 500 metri dalla propria abitazone, al link seguente una di queste: https://500metri.smartforge.it/map.html

Queste le altre disposizioni dell’ordinanza:
E’ consentita, solo nei giorni feriali, la cura degli orti e dei terreni agricoli. Se questi si trovano in un comune diverso dalla residenza dell’interessato, lo spostamento è ammesso una volta al giorno da parte di un solo componente del nucleo familiare.
Le domeniche e nei giorni del 25 aprile e dell’1 maggio sono consentite le consegne a domicilio dei prodotti alimentari, dei combustibili per la cucina e il riscaldamento.
Per quanto riguarda le uscite da casa, le persone affette da disabilità intellettive o motorie possono compiere una camminata nei pressi della propria abitazione con l’assistenza di un accompagnatore.
Le uscite per consentire i bisogni fisiologici dei cani da compagnia sono ammesse non oltre i 300 metri delle abitazioni.

“Siamo in un momento ancora delicato dell’emergenza sanitaria e per questi provvedimenti mi ispiro al principio di gradualità della loro adozione”, scrive il Sindaco. “Dobbiamo evitare in ogni modo gli assembramenti. Non possiamo passare dalla quarantena al liberi tutti in un colpo solo: non ci sono le condizioni. Nel corso della settimana adotterò un nuovo provvedimento per consentire le uscite, sempre nei pressi delle abitazioni, a coloro che soffrono di determinate patologie e hanno quindi l’esigenza di camminare all’aria aperta.
Dobbiamo procedere in modo graduale ed attento sulla strada del ritorno alla normalità e per fare questo, come sempre, c’è bisogno dell’aiuto di tutti”.

Facebook
Twitter
WhatsApp