Processo Lorena Mangano: la Cassazione annulla la sentenza, con rinvio alla Corte d’Appello di Reggio Calabria

1763
Lorena Mangano
Lorena Mangano

I Giudici della IV sezione penale della Cassazione hanno annullato la sentenza della Corte d’Appello di Messina per quanto riguarda il caso sull’omicidio stradale della studentessa ventitreenne di Capo d’Orlando Lorena Mangano.

La Cassazione ha rinviato gli atti alla Corte d’Appello di Reggio Calabria, affinché quest’ultima ridetermini le pene per Giovanni Gugliandolo e Gaetano Forestieri. Domani la questione verrà approfondita nel nostro telegiornale.

Rivediamo i passi del processo: In primo grado Forestieri fu condannato ad 11 anni per omicidio stradale, mentre Gugliandolo a 7 anni e fu disposto il risarcimento danni alle parti civili. La corte d’appello di Messina rideterminò le condanne, da 11 a 10 anni per Forestieri e da 7 a 6 per Gugliandolo.

I fatti in contestazione avvennero la notte del 26 giugno 2016 in via Garibaldi, all’altezza dell’incrocio con la via Torrente Trapani, a Messina. Lorena Mangano, studentessa universitaria 23enne di Capo d’Orlando, era alla guida di una Fiat Panda. Quando attraversò l’incrocio, la sua auto fu colpita in pieno dall’Audi TT condotta da Forestieri.

Lorena fu ricoverata al Policlinico di Messina, dov’è morta il 28 giugno e i suoi organi sono stati donati. Secondo l’accusa quella sera Forestieri avrebbe ingaggiato una gara ad alta velocità con Gugliandolo, che era al volante di una Fiat 500 Abarth.

Adesso la questione passa alla Corte d’Appello di Reggio Calabria, che dovrà rideterminare le pene dei due soggetti coinvolti.