Ergastolo ostativo, a Capo d’Orlando si discute della pena come strumento rieducativo – VIDEO

325

“Spes” la speranza, declinata come soggetto agente che determina azione a cambiamento contra “spem” la speranza quale semplice oggetto da detenere.

“Spes contra spem. Liberi dentro” è il docu-film di Ambrogio Crespi sull’ergastolo ostativo, la detenzione a vita, senza alcun beneficio per buona condotta applicata solo per reati gravissimi, come stragi e omicidi di mafia, modificabile solo se il detenuto diventa collaboratore di giustizia.

Proiettato venerdì 29 novembre nella sala “Tano Cuva” della Biblioteca comunale di Capo d’Orlando è stato il punto di partenza per una tavola rotonda sull’istituto dell’ordinamento penitenziario, sulla cui parziale incostituzionalità si è recentemente pronunciata la Corte Costituzunale.

Durante i lavori sono intervenuti diversi dirigenti radicali e stretti collaboratori di Marco Pannella, Antonio Matasso e l’Avv. Carmelo Occhiuto, componente della giunta nazionale dell’Unione delle Camere Penali Italiane.