Capo d’Orlando: il caso della scuola contesa di Contrada Santa Lucia

3290

Come si legge nelle due circolari emesse nei giorni scorsi dalle dirigenti scolastiche degli istituti “Piccolo” e “Merendino”, domani, giovedì 12 settembre, per gli alunni di entrambe le scuole avrà inizio l’anno scolastico 2019/20.

C’è però una questione che riguarda il plesso scolastico di Contrada Santa Lucia, n. 34: nell’immobile, di proprietà della Città Metropolitana di Messina, dovrebbero coesistere tre indirizzi: due, l’IPAA e l’Odontotecnico, di competenza dell’Istituto di Istruzione Superiore “Francesco Paolo Merendino” e uno, il Liceo Artistico, di pertinenza del “Lucio Piccolo”.

Risale alla fine di gennaio la decisione, formalizzata con il Decreto Regionale 161, come stabilito da Palazzo dei Leoni, di trasferire l’Istituto Professionale per l’Agricoltura e l’Ambiente e l’Odontotecnico dal Piccolo al Merendino, per garantire l’autonomia di entrambi gli istituti (cliccare qui per leggere il relativo articolo).

Ora però la decisione mette l’ambito plesso di Contrada Santa Lucia, in cui esistono i laboratori, appositamente realizzati per il Liceo Artistico e per l’indirizzo Odontotecnico e la serra per l’istituto agrario, al centro di una contesa tra i due istituti.

È di lunedì scorso, 2 settembre, una lettera inviata dai rappresentanti di alunni, genitori, docenti e personale ATA di I.P.A.A. e Odontotecnico, in cui si ribadisce l’opposizione all’eventuale trasferimento dei due indirizzi ad altra sede.

“Risulta di fondamentale importanza la permanenza nel plesso di C.da S. Lucia per dare serenità a più di 250 alunni che hanno scelto l’I.P.A.A. ed l’Odontotecnico, e alle loro famiglie, favorendo anche un servizio idoneo alle esigenze della comunità scolastica”, si legge nella lettera.

“Privare dei laboratori di indirizzo gli studenti, oltre a snaturare la formazione didattica degli alunni, comporterebbe per gli stessi l’impossibilità oggettiva di avvalersi della serra automatizzata di oltre 400 mq, del laboratorio Odontotecnico moderno e funzionale, della palestra e del campetto per attività all’aperto”.

Dunque l’appuntamento è per domattina alle 8:00, quando si capirà se tutti e tre gli indirizzi potranno o meno occupare banchi e laboratori del plesso di Contrada Santa Lucia.