S. Agata, la follia di "Eracle" inscenata dagli studenti del liceo Sciascia

943

In conclusione di questo anno scolastico, gli studenti del liceo classico Sciascia di Sant’Agata Militello, hanno inscenato nel piazzale Vicari dell’ex Museo dei Nebrodi, il dramma euripideo di “Eracle, la follia dei buoni mariti”.

La tragedia nasce dalla fusione di due progetti: uno prettamente scolastico, ovvero il laboratorio teatrale “Antiqua Mater” e l’altro “A teatro di legalità”, proposto dal Rotary Club.
L’idea partì un anno fa, quando i ragazzi assistettero ad una diversa interpretazione di Eracle, rappresentata nel teatro greco di Siracusa. Proprio da quell’occasione, il professore di latino e greco Sergio Foscarini, ha trovato l’ispirazione per sceneggiare lo spettacolo del liceo classico e proporlo agli alunni.
Grande risposta da parte dei ragazzi che durante i pomeriggi di preparazione alla messa in scena, sono stati aiutati dall’attrice Silvia Ajelli per apprendere qualche segreto del mestiere. I ragazzi hanno ricoperto diversi ruoli, tra i tanti quello di Eracle, la moglie Megara, la dea Era, le Erinni. Hanno saputo tenere il palcoscenico, pur avendo il pubblico attorno. Una scenografia, del resto, realizzata proprio per arrivare dritti agli spettatori e trasmettere la follia dei protagonisti.
A fine spettacolo sono intervenuti la preside Maria Larissa Bollaci, soddisfatta per l’impegno degli studenti sul progetto, poi i saluti del sindaco Bruno Mancuso.