Elezioni Europee 2019, gli eletti nella Circoscrizione Italia Insulare

1252

La tornata elettorale di domenica 26 maggio per l’elezione dei rappresentanti italiani al Parlamento Europeo in Italia ha visto trionfare la Lega con un netto 34,3%, dietro, staccato di quasi 12 punti percentuali, il PD, con il 22,7%, mentre il Movimento 5 Stelle ha registrato un netto crollo rispetto alle politiche di un anno fa, attestandosi al 17,1%. Quarto posto per Forza Italia, all’8,8%, mentre quinto partito è Fratelli d’Italia.
Il risultato delle urne è stato diverso nella circoscrizione Italia Insulare, dove il voto ha così ripartito gli otto seggi: due al Movimento 5 Stelle, due alla Lega, due al Partito Democratico, ed uno a testa per Forza Italia e Fratelli d’Italia.
Il primo partito, il Movimento 5 Stelle, ha ottenuto il 29,85% delle preferenze e tra i pentastellati gli eletti sono Dino Giarrusso e Ignazio Corrao. Nella Lega, che in Sicilia e Sardegna prende il 22,42% delle preferenze, il nome di Matteo Salvini, è il traino più forte che c’è, con oltre 239 mila voti. Immaginando che Salvini non scelga il seggio vinto nell’Italia Insulare, l’elezione a Bruxelles scatterebbe per Annalisa Tardino e per l’antieuropeista Francesca Donato.
Per quanto riguarda il Partito Democratico, che ottiene il 18,48% delle preferenze, il primo seggio va al medico lampedusano Pietro Bartolo con oltre 135 mila voti. Ventiquattromila voti dopo spunta l’altra eletta del PD Caterina Chinnici (con oltre 112 mila preferenze).
Per quanto riguarda il seggio scattato a Forza Italia, che conquista il 14,77% dei voti, il più votato è stato il leader Silvio Berlusconi con 90.271 preferenze, ma immaginando che l’ex premier non scelga il seggio conquistato in Sicilia e Sardegna, il posto sarebbe del deputato all’Ars Giuseppe Milazzo (74.624).
Per Fratelli d’Italia, votata dal 7,8% degli elettori, una poltrona al parlamento europeo se la aggiudica l’ex sindaco di Catania Raffaele Stancanelli. I suoi 30.293 voti gli valgono il secondo posto dopo la leader di partito Giorgia Meloni.