Maison des Artistes, premiato anche Fabio La Rosa

404

Si è svolto nei giorni scorsi a Roma presso l’aula magna dell’Università “La Sapienza” di Roma, il gran galà per la consegna delle medaglie d’oro “Maison des Artistes” a personaggi illustri che si sono distinti per la loro eccellente professionalità. Nel palmares di questa manifestazione tanti i nomi eccellenti,  tra i premiati delle scorse edizioni tra gli altri vi figurano: lo sceneggiatore Enrico Vanzina, l’attore Edoardo Leo, il conduttore Carlo Conti, l’attore Nino Frassica, l’attore Pippo Franco e tante altre personalità di spicco del mondo dello spettacolo. Quest’anno a ricevere questo ambito riconoscimento alla presenza di autorevoli personalità istituzionali,  l’attore e regista messinese Fabio La Rosa, che da anni opera sul territorio nazionale con la sua compagnia teatrale “Grammelot” con la quale mette in scena spettacoli in vernacolo, scritti e diretti dallo stesso, per la rivalutazione della lingua dialettale e delle origini spesso dimenticate. Nel corso della sua brillante carriera molto lusinghieri sono stati i risultati sia umani che professionali col “suo” metodo teatrale, ispirato al teatro emozionale, applicato alla disabilità e al disagio sociale, insegnante di un master in pedagogia teatrale emozionale presso L’Inpef di Roma, a Messina  dirige e cura la compagnia di integrazione tra diversamente- abili e operatori del settore: “I Giovani Del Pirandello”,con la quale ha ottenuto innegabili soddisfazioni, molti premi e riconoscimenti anche presso la camera e il Senato della Repubblica. La  compagnia nasce da un laboratorio teatrale emozionale, fortemente voluto dalla presidente Titti Mazza, ideato e condotto dallo stesso La Rosa, “un percorso laboratoriale” afferma il regista “ che punta l’attenzione su due caratteristiche fondamentali: la creatività e la capacità emozionale, tramite le quali si riesce a spostare l’attenzione dalla disabilità alla capacità della persona, parlando di emozione non esiste disabilità, infatti, poiché nessuno è deficitario di emozioni; un teatro dell’anima quello di “La Rosa” che non ammette ruoli e diversità, poiché l’anima non ha limiti ma solo possibilità”. Fabio La Rosa con la sua compagnia “ Grammelot” il prossimo 9 giugno metterà in scena presso il teatro Trifiletti di Milazzo, lo spettacolo “ Sapore di Mare” un  occasione per osservare i risultati di un percorso teatrale di un artista siciliano che è riuscito a distinguersi nel panorama nazionale.